Vetri antieffrazione come difendere casa dai ladri

La sicurezza dell’ambiente domestico è una delle vostre priorità? Allora non potete fare a meno di installare dei vetri sicurezza, necessari per prevenire furti ed effrazioni. In questa breve guida vi spiegheremo tutto quello che c’è da sapere sui vetri antieffrazione per difendere la vostra casa dai ladri.

Cos’è un vetro antisfondamento?

Diciamolo francamente. Oggi difendere la propria abitazione da possibili effrazioni è una necessità fondamentale per dormire sonni tranquilli e questo vale sia se abitate fuori mano sia in centro città. Nelle zone isolate però questa esigenza è ancora più forte perché sono i luoghi preferiti dai malintenzionati e ci si sente meno al sicuro rispetto ai grandi centri urbani.

Un vetro antisfondamento è un vetro che mostra una spiccata resistenza agli urti. Questa peculiarità viene raggiunta stratificando letteralmente il vetro ovvero facendo aderire tra loro diverse lastre tramite un’apposita pellicola. I vetri stratificati sono tenuti insieme da più intercalari. Questo, tradotto in parole povere, vuol dire che in caso di rottura il serramento non rilascia assolutamente pericolosi frammenti in giro. Le legge in questa materia è molto severa. Ogni vetro antisfondamento, per essere sicuro, deve rispondere a uno dei requisiti stabiliti dalla norma EN 12600.

Caratteristiche dei vetri antisfondamento

Sapete che una delle query più cercate su Google è “vetri antisfondamento caratteristiche“? Questa ricerca da parte di chi desidera mettere in sicurezza la propria casa ma anche l’ambiente lavorativo, corrisponde a una classificazione ben precisa dei vetri sicurezza. Lo spessore vetri antisfondamento infatti determina le tipologie di vetri stratificati che possiamo trovare in commercio.

I serramenti antieffrazione si dividono in base alle spessore in:

  • Vetri antiproiettile
  • Vetri antivandalismo
  • Vetri antiferita

Gli antiproiettile (chiamati anche antiesplosione) sono quelli dallo spessore più alto (circa 30 mm). Sono ovviamente tra i più sicuri in commercio ma non sono indistruttibili. Le vetrate antivandaliche invece sono concepite appositamente per scongiurare le scalfiture. In parole povere resistono in modo efficace alle martellate, ad esempio, grazie ai circa 20 mm di spessore. Infine, il vetro antiferita è anche il più piccolo perché è spesso circa 7/8 mm. Ha il grande vantaggio, in caso di rottura, di non disperdere schegge pericolose.

Come potete vedere quindi, lo spessore vetri antisfondamento è un fattore che può aiutarvi a scegliere i serramenti più adatti alle vostre esigenze.

I vantaggi dei vetri antieffrazione

Perché conviene installare dei serramenti antieffrazione? In primo luogo perché fungono da deterrente. Il malintenzionato, dopo una serie di tentativi andati a vuoto, il più delle volte rinuncerà all’atto delinquenziale per il timore di essere scoperto.

Quando cercate vetri antisfondamento caratteristiche spesso vedrete comparire anche una sigla: PVB ovvero PoliVinilButirrale. Questa è la speciale pellicola inserita tra vetro e vetro (a volte sostituita dal policarbonato) che, in caso di colpi, si incrina ma non si spezza. Questo vuol dire che scoraggiate il ladro e proteggete voi stessi e la vostra famiglia da possibili incidenti. E tutto questo a prezzi concorrenziali.

Cosa aspettate? Venite a trovarci per scoprire le soluzioni SerVer più adatte alla vostra abitazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Chiama
WhatsApp chat